Breaking News

La Sterlina in oro come investimento: pro e contro di questo modo di investire in oro

La ormai sempre crescente situazione economica instabile, ha portato, sin dal lontano 2008, tutti gli investitori a correre ai ripari da eventuali ricadute critiche del mercato. Crisi crescente, divario tra ricchezza e povertà sempre più ampia, sono solo alcuni degli aspetti più critici considerabili in questa fase. La paura di non potersi permettere più tutti gli agi di un tempo, ha portato i vari consumatori ad investire denaro in azioni, titoli di stato, stock option e tanto altro. Negli ultimi periodi, però, non sono pochi gli investitori che hanno puntato le proprie somme verso altri tipi di beni materiali che col tempo mantengono, anzi aumentano il loro valore: tra questi ci sono diamanti da taglio e le monete in oro, in particolare la sterlina in oro.

Già dai primi mesi dello scorso anno, dopo il crollo storico dei prezzi dell’oro, c’era stata una forte risalita dei suoi valori sul mercato. Anche se la sterlina in oro viene vista come un investimento di lunga durata sicuro, come per qualsiasi cosa, ci sono aspetti sia pro che contro.

Uno tra i primi aspetti per decidere di investire in questo tipo di sterlina, riguarda il materiale di cui è composta, ovvero l’oro. Negli ultimi anni, proprio per il crollo in borsa del suo prezzo, ha provocato una fortissima diminuzione della sua estrazione, diminuendo di conseguenza le quantità disponibili sul mercato.

Perciò, anche se negli ultimi anni c’è stato un calo, le tendenze sono rimaste quasi invariate, anzi, si è denotata una leggera crescita, portando sicuramente l’investitore a scegliere questa strada per investire le proprie somme. Ci sono altre variabili da considerare, tra queste probabilmente la più importante riguarda lo spread, che nel caso delle monete in oro consiste nella differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo d’acquisto. Lo spread, però, è influenzato da diversi fattori, tra cui l’usura della sterlina, la manipolazione, lo stato di conservazione, le dimensioni, che nel caso di monete più piccole, vista la loro minore presenza, le rende ancora più di valore e ultimo ma non meno importante, le caratteristiche numismatiche.

Tra gli aspetti negativi che bisogna considerare in questo investimento, soprattutto parlando di grosse quantità pari o superiori ad un’oncia, chi effettua l’acquisto lo deposita solitamente in camere blindate, che hanno un costo variabile dai 4 dollari ai 12. Ci sono inoltre da considerare i costi delle commissioni dell’acquisto che possono influenzare di parecchio il prezzo, limitando anche il possibile guadagno in una futura possibile vendita.

Probabilmente il consiglio più utile per chi decida di affacciarsi a questo tipo di investimento, è quello di aspettare la migliore differenza di spread per acquistare la sterlina in oro, considerare tutte le peculiarità, tra cui come citato precedentemente, le caratteristiche numismatiche, le dimensioni e controllare costantemente il mercato per poter rivendere ottenendo i massimi profitti.